san%20benedetto%20del%20tronto_edited.jp

SPECIALITALY

Food e Giovani Talenti

Specialitaly è un progetto che nasce da una rete di realtà del terzo settore e della filiera agroalimentare, che stando insieme di fronte alla realtà con un'ipotesi positiva hanno messo in atto un tentativo per valorizzare giovani talenti nell'ambito del food.

Qualcuno che ti dice
"Stai con me"

SpecialItaly accoglie giovani in difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro facendo in modo che i loro talenti e la loro creatività possano esprimersi nel settore dell'agroalimentare e del food, ambito in grado di accogliere, valorizzare e recepire idee innovative.
"Qualcuno che ti dice stai con me" è la frase che esprime al meglio la proposta fatta ai ragazzi: un percorso "di vicinanza", fatto con un Maestro in grado di indicarti la strada. Come? Avendola chiara per sè e non perdendoti mai di vista.

I SOGGETTI

Da chi nasce Specialitaly

Uova di cucina

COSINT SCS

Soggetto Capofila.
Consorzio per la Sussidiarietà nell'impresa sociale, non profit e terzo settore.
Coopertiva sociale nata nel 2006, si propone il coordinamento e la collaborazione fra le imprese cooperative con finalità di promozione umana e inserimento sociale dei cittadini che soffrono condizioni di svantaggio e di emarginazione, coordinando e orientando le loro attività attraverso la gestione di iniziative e la partecipazione a progetti di sviluppo.

WORK AND SERVICES SCS

Associato.
La Work and Services, società cooperativa sociale di tipo B, è sorta nel 2002 per libera iniziativa di un gruppo di giovani laureati. Opera nella provincia di Ferrara, attraverso la gestione di servizi, per aziende pubbliche e private , avendo come finalità il reinserimento nella vita attiva di persone in situazione di svantaggio attraverso percorsi mirati. La cooperativa intende educare al bello, al lavoro e al gusto della costruzione del bene comune.

L1170191.JPG

LE AZIONI

Cosa è accaduto con Specialitaly

Verdure Salate

1. SPERIMENTIAMO

Con Specialitaly i giovani conoscono enti non profit e aziende alimentari attraverso l'accoglienza e la formazione sia trasversale che specifica. In una dinamica di valorizzazione delle loro idee, sorretta dalla formazione formale, i giovani imparano elementi della filiera attraverso visite guidate, sperimentazioni, lezioni frontali, competizioni e borse-lavoro.

2. INNOVIAMO

I giovani, guidati da esperti, sperimentano le innovazioni nell'ambito dei processi produttivi delle realtà del food.
Nello specifico:
- innovare, con strumenti tecnologici, le fasi della preparazione e/o distribuzione del prodotto;
- implementare nuove tecniche nell'ambito della conservazione del freddo anche attraverso l'eventuale realizzazione di packaging innovativo.
In queste fasi è fondamentale la funzione del tutoraggio da parte di referenti aziendali e l'accompagnamento da parte degli orientatori degli enti del terzo settore.

NHIH4849.jpg

3. RACCONTIAMO

L'esperienza di una compagnia merita di essere raccontata. Specialitaly diventa una narrazione attraverso la creazione di un "marchio sociale" che identifica le aziende agroalimentari che hanno preso parte a questa storia. Così i prodotti non sono solo buoni ma raccontano anche l'avventura dei soggetti che li hanno fatti.

Il racconto di chi ha partecipato a Specialitaly

Come definire il mio percorso di tirocinio? Un’esperienza di vera accoglienza, dove, accanto alla conoscenza dell’azienda che mi ha ospitato, alla conoscenza ed approfondimento delle varie fasi legate al trattamento del cibo, ho potuto esprimere le mie competenze, perfezionare le mie attitudini e soprattutto essere accolta per quella che sono. Il tirocinio è stato un trampolino di lancio anche per la mia carriera professionale, a seguito di esso infatti sono stata assunta da un’azienda consorziata del soggetto ospitante che ha visto in me una risorsa da coltivare e valorizzare.

Tonia

Lo scorso autunno ho avuto l’opportunità di realizzare un’esperienza di tirocinio di inserimento nel mondo del lavoro che, come inoccupato alle prime armi, per me ha avuto un’importanza decisiva. Grazie all’azienda che mi ha ospitato, il panificio La Farinella di Matino, in provincia di Lecce, ho imparato alcuni dei segreti del mestiere di panettiere, le competenze principali e le conoscenze necessarie per svolgere questo lavoro, dalla lavorazione ai processi produttivi.  Questo è stato possibile grazie  al fatto che ho operato all’interno del reparto produzione. Quindi, al termine del tirocinio, nonostante inziali difficoltà nell’approccio che giudico naturali, considerata la mia inesperienza, non posso che esprimere un giudizio positivo e ringraziare le figure di supporto quali le persone dell’ente che ha curato gli aspetto realizzativi e il tutor che mi ha accolto e accompagnato.

da Lecce

©2018 di Specialitaly Giovani Talenti.

Progetto finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale - Avviso Giovani Talenti